Le cose così: gli uccelli parlano (e fanno ridere!)

Un uccello rosso umanizzato, con un forte accento napoletano, pronto a dire ogni cosa che gli passi per la testa. È lui il protagonista di “Le cose così” di Mattia Labadessa, edito da Shockdom. Il libro non ha una storia ben precisa, essendo una raccolta di vignette realizzate in origine per il web, ma è diviso in tre capitoli, tre “categorie di cose” che fanno da filo conduttore nelle varie vignette. Segni particolari di questo libro sono le pagine: la carta lucida rende i colori brillanti, soprattutto il giallo uniforme dello sfondo che fa da contrasto al rosso dell’uccello.

Mattia Labadessa, napoletano classe ’93, ha uno stile di disegno molto particolare: disegna direttamente con il dito sul tablet, con cui carica le vignette sulla sua pagina Facebook, Labadessa. Una delle sue frasi più celebri e più rappresentative della sua comicità è “Mo’ mi caco”, pubblicata in tutte le salse.

La spontaneità è alla base della comicità, spesso irriverente, che rende questo libro a fumetti un must read per ogni appassionato del genere e anche per chi si avvicina al mondo dei fumetti.

Credo di aver scritto tutto su “Le cose così” di Labadessa. Consiglio la lettura di questo divertentissimo fumetto a chiunque voglia passare dei momenti in allegria e tranquillità, magari al caldo di un caminetto in compagnia di amici o sotto le coperte da soli o con il vostro amore.

 Punteggio: 5/5 (chapeau!)

Beppe Dammacco

Facebook Comments