“La fine”: Mangiamo la Foglia

credits to Akiba Gamers

Per la prima volta in settimane di onorata carriera su queste pagine, ieri ho saltato la live del Mangiamo la Foglia. Sarà perché non ho niente da dirvi; sarà perché sento che è la fine e gli epiloghi mi fanno sempre soffrire molto; sarà perché volevo giocare al nuovo livello di Crash e di dirvi che Jim Carrey sarà il villain del film dedicato a Sonic non me ne può fregar di meno. Quel che sarà sarà, perché io sono ProngedLeaf e per l’ultima ma importante settimana, vi accompagnerò nel più bel viaggio della vostra vita fra le prime notizie di luglio, alla scoperta del mese in cui tutti se ne stanno a casa e non viene mai detto nulla di bello. Il perfetto epitaffio per questa rubrica.

Un ritorno inaspettato

Parto dalle origini per arrivare alla fine, perché la vita è un cerchio e la morte il suo eterno ritorno. Crash Bandicoot è stato il mio primo videogioco – e non è un caso che abbia interrotto la live di ieri pomeriggio per giocare al suo nuovo stramaledetto livello. Future Tense è l’entrata in scena del marsupiale su tutte le console non-Sony e il ritorno nelle prime posizioni delle classifiche di vendita di uno dei giochi più graditi di questa generazione. A spiccare è la versione per il nuovo handheld Nintendo, che aggiunge al suo già egregio parco titoli un nuovo pezzo di storia. Tuttavia giocare stravaccati sul letto non potrà mai sostituire il fascino del pad fra le mani, da massacrare per la crescente frustrazione delle prove a tempo. Preso così da un attacco di nostalgia, ho dato una possibilità al nuovo livello gratuito e lui non me ne ha lasciata mezza: l’ennesimo livello concepito da Satana in persona, ma che dimostra la capacità di Vicarius Vision di essere ormai padrona della materia trattata e dunque in grado di fare il Crash Bandicoot 4 che tutti meritiamo ma che non abbiamo mai avuto il coraggio di chiedere. Certo, dovrà passare prima ‘sta cappero di moda per le remastered plus / remake 1:1 o quel che sono, solo allora Activision deciderà di spillarci i soldi come si deve.

L’insostenibile leggerezza dei byte

Tornano anche i giochi gratuiti del Playstation Plus e della Games with Gold, che ancora una volta si scontrano sulle pagine virtuali di questa rubrica per sapere a chi val la pena dare ‘sti benedetti dieci euro mensili. Si parte dall’ammiraglia Sony, che questo mese offre “gratuitamente” la remastered di Heavy Rain – giusto per ricordare a Beyond: Due Anime rilasciato invece il mese scorso come si fanno i videogiochi – e Absolver, una specie di MMO con componente action di cui non so niente e di cui non mi va di informarmi. La sorpresa più interessante è a mio parere Rayman 3 HD, un must del genere action-plattform 3D che spopolava all’epoca PS2 e che viene proposto in una versione rimasterizzata di tutto rispetto, perché prendere a sassate Globox sarà divertente durante ogni moda, durante ogni epoca. Peccato sia su PS3. Quindi evviva Heavy Rain.

Una vittoria facile quella di Playstation, proprio perché questo mese la concorrenza non è riuscita a rivaleggiare a dovere. Virtua Fighter 5 e Splinter Cell: Conviction sono un po’ troppo “meh” per rivaleggiare con Heavy Rain e Zero Time Dilemma – sì, c’è anche questo, su PSVita. Un vero peccato, se non fosse che giusto qualche settimana fa il nostro caro Xbox Game Pass s’è portato a casa Fallout 4, The Elder Scrolls Online e a breve ospiterà Fallout 3 e The Elder Scrolls IV: Oblivion. Maledetta Sony, vince sempre lei.

Il SottoSopra

Non potevo certo lasciarvi senza dedicare uno spazietto alla mia rubrica preferita, che non calcolo più per scarsità di materiale che per pigrizia – comunque sempre presente nella mia vita. Parliamo innanzitutto di Hollow Knight, la cui versione su Nintendo Switch è riuscita a piazzare circa 250 mila copie sulla console Nintendo dal suo debutto. Annunciata anche una data di uscita per Mothergunship che aspettate, aspettate un secondo a dir “che è?”. Un incrocio fra bullet-hell e FPS. Perché nessuno ci aveva mai pensato prima? Lo so che il genere FPS non è conosciuto tanto quanto il primo, quindi immagino sarà per voi difficile immaginare una pioggia di lenti proiettili incombere sulle vostre timide gigantesche armi, ma fidatevi di Grip Digital, che c’ha dato pure la possibilità di craftare carri armati e Selfie Stick. Se ancora non vi ho incuriosito è solo perché non avete un cuore, in ogni caso vi lascio poco più giù il trailer d’annuncio della data. E mentre vi dico che Kingdom Bug: Deliverance avrà molto probabilmente un sequel e che la versione Battle Royale di H1Z1 si arricchisce di una nuova mappa, sappiate anche che quella delizia di Cat Quest riceverà presto un’edizione fisica per Nintendo Switch e un seguito. La versione non censurata di Agony è stata cancellata di nuovo e menomale (non è vero. non c’è niente da ridere sui fallimenti finanziari. vergognatevi.), mentre invece Remothered, il meraviglioso horror italiano già rilasciato su PC, s’è finalmente l’uscita anche su PS4 e Xbox One, fissata per il 25 luglio. Almeno su ‘sto campo l’Italia ha fatto un punto.

Conclusione

In questo ultimo Mangiamo la Foglia c’è la sintesi di quello che la rubrica è stata dai tempi della sua ideazione: informazione spicciola, recensioni sputtanate, idealismo, ironia scialba, confronti e occhio per l’underground. Non s’è mai cercato di fare vera informazione, quanto più di sfruttare l’informazione per farsi due risate. Il mio obiettivo è sempre stato quello di farvi ridere il più possibile, cercando al tempo stesso di darvi il via verso una cultura che poi voi stessi avreste dovuto sviscerare. Spero che tutto ciò sia giunto ai vostri cuori, e ringrazio Cose non Cose per avermi dato totale libertà creativa nel farlo. Quindi addio, bella gente. E vaffan***.

  • Giovanni “ProngedLeaf” Casa
Facebook Comments