Bernadette Cate Blanchett

La delusione di dicembre 2019: “Che fine ha fatto Bernadette?”

Uscito da poco nelle sale italiane, “Che fine ha fatto Bernadette?” si rivela un film estremamente deludente. Al comando troviamo Cate Blanchett, e la sua interpretazione è forse l’unico aspetto del film che si può salvare. È incredibile che il titolo del film sia una domanda e, in questo modo, dà una parvenza di mistero: dove sarà finita Bernadette, chi sarà mai, perché non si trova più? La risposta a queste domande è tutt’altro che una storia avventurosa.

Bernadette Cate Blanchett
Foto: Movieplayer

Bernadette (Cate Blanchett) è un architetto prodigioso che ha interrotto, per cause che lo spettatore scoprirà, la sua brillante carriera. Occupa la maggior parte delle sue giornate a struggersi per la sua condizione di casalinga benestante che si diletta ad organizzare il suo tempo e le sue attività attraverso le invenzioni tecnologiche del marito che lavora alla Microsoft. Bernadette è un personaggio di per sé originale e molto particolare: è alla costante ricerca di un equilibrio mentale tra le mancate opportunità che non ha potuto cogliere, la sua agorafobia e la difficoltà a dormire di notte. Non riesce ad integrarsi con il vicinato, si riscopre incapace di vivere la vita che si è scelta, lontana dal poter esprimere il suo talento e la sua creatività di architetto.

La storia si incentra sulla sua famiglia, che è formata dal marito Elgie (Billy Crudup) e dalla figlia Bee (Emma Nelson), che scoprono troppo tardi l’instabilità della vita di Bernadette.

Accade così l’inevitabile: un viaggio alla ricerca di sé stessa. Ecco la fine che ha fatto Bernadette.

La decisione, che grazie al titolo lo spettatore si aspettava da un momento all’altro, non ha nulla di eroico né tantomeno di interessante. È stato riprovevole inserire un personaggio così peculiare e dalle mille sfumature all’interno di un film così banale. Alcuni critici affermano che questa sia stata l’interpretazione peggiore di Cate Blanchett. Questa critica è vera a metà: Cate non poteva interpretare il personaggio in maniera più superba ma ovviamente la storia non regge solo con il carattere esuberante e il taglio di capelli corto della protagonista. Salviamo il salvabile: l’unica nomination che il film ha ricevuto è stata per Cate Blanchett come “miglior attrice protagonista in un film commedia o musicale”. Dovremo aspettare il 5 gennaio per scoprire se “Che fine ha fatto Bernadette?” porterà a casa almeno un premio.

– Cinzia Galgano