Battiti Live 2018: il gran finale visto dal backstage

Partecipare all’ultima tappa del Battiti Live è stata un’esperienza mistica: la fila chilometrica per entrare nel backstage, le chiacchiere con i colleghi delle testate accreditate, i fan che pur di incontrare gli artisti si fingevano accreditati senza pass e gli artisti che, scendendo dal red carpet, rischiavano di inciampare sul fermacavi per terra, hanno reso la permanenza nell’angolino detto “area stampa” un’esperienza davvero piacevole.

Il palco, allestito per la prima volta sul Molo San Nicola, è stato retto magistralmente da Alan Palmieri ed Elisabetta Gregoraci (che indossava un vestito di paillettes corto), e la giovanissima Mariasole Pollio sembra essersi ambientata benissimo davanti a una telecamera.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La serata si è aperta con Elodie, Michele Bravi e Guè Pequeno che si sono esibiti sulle note di “Nero Bali“. Salutato il pubblico in visibilio, i tre artisti sono letteralmente schizzati via dal red carpet, con Elodie che non ha perso l’occasione per mostrare il suo outfit in jeans, scarpe rosse con tacco e bustino scozzese. Subito dopo è stato il turno di Irama, fresco vincitore di Amici, che ha fatto cantare il pubblico (sia sul palco che nel backstage) con “Nera” e “Voglio solo te“.

Uno dei momenti più attesi della serata è stato l’arrivo di Cristiano Malgioglio, terzo a esibirsi con la sua hit “Mi sono innamorato di tuo marito“. L’idolo di giovani e adulti, fenomeno trash e stella del gossip, ha letteralmente fatto cantare e ballare tutto il Molo San Nicola. La sua “sfilata” sul red carpet è stata accompagnata da urla e applausi del pubblico in delirio.

Biondo, artista uscito anche lui dalla scuola di Amici, si è esibito per quarto con “Roof Garden” e “Deja-Vu“. Sorpresa per lui è stata la consegna del disco d’oro proprio per “Deja-Vu“. Al termine della sua performance, c’è stata un’incursione del comico Andrea Pucci. Dopo questa parentesi a suon di risate, Francesca Michielin e Carl Brave (l’artista indie romano che a occhio e croce sarà alto più o meno 2 metri) sono saliti sul palco con la loro “Fotografia“, cantata per l’occasione senza Fabri Fibra. Mandato via Carl Brave, la giovane artista seconda a Sanremo nel 2016 ha cantato la sua hit estiva “Tropicale“.

Un altro momento attesissimo e apprezzatissimo dal pubblico è stato quello in cui J-Ax, da poco “libero” dalla collaborazione con Fedez (secondo alcune indiscrezioni i due si sarebbero divisi a causa di Chiara Ferragni), è salito sul palco della sua “seconda casa” (il Battiti Live, ndr) proponendo alcuni suoi grandi successi: “Intro” (con l’iconica frase “Ricominciare da meno di zero”), “Spirale Ovale“, “Domani Smetto” e “Maria Salvador“. Il pubblico (e anche noi giornalisti nel backstage) ha accompagnato l’intera esibizione cantando a squarcia gola. Lo “Zio” della musica italiana, al termine della sua performance, ha ceduto nuovamente il palco a Cristiano Malgioglio che, insieme a Fernando Proce, ha presentato il nuovo singolo “Danzando“. Il pubblico ha danzato anche con i The Kolors, il cui frontman Stash ha sfoggiato una folta chioma blu. La band (che quest’anno ha partecipato al Festival di Sanremo) si è esibita nella hit estiva “Come le onde“, proponendo anche il singolo sanremese “Frida (Mai, mai, mai)” e il loro singolo d’esordio “Everytime“. A seguire è toccato a Mihail, che è tornato sul palco del Battiti Live (dopo la tappa di Lecce) con il brano “Who you are“.

Il microfono è dunque passato ai Negrita, che hanno eseguito l’ultimo singolo “Non torneranno più“, tratto dal nuovo album Desert Yacht Club (uscito a marzo), e i grandi successi “Rotolando verso Sud” e “Gioia Infinita“. Il pubblico (e l’area stampa) non ha fatto altro che cantare durante la loro esibizione. Guè Pequeno ha quindi raccolto il testimone tornando sul palco con “Lungomare Latino“, seguito a ruota da Michele Bravi con il brano sanremese “Il Diario degli Errori” e da Elodie che ha cantato “Amore Avrai“. Spettacolo di luci sulla canzone del giovane youtuber e vincitore di X Factor, con i flash dei telefonini puntati… verso le telecamere (e non verso il palco).

Thomas, un giovanissimo artista che ha trovato il successo grazie ad Amici 16, si è esibito con “Non te ne vai mai” raccogliendo applausi dal pubblico. Da notare che Thomas è stato l’unico artista che, soffermatosi nell’area stampa, ha salutato tutti noi accreditati con un “buonasera”.

A chiudere la serata ci hanno pensato Le Vibrazioni, con l’ultimo singolo “Amore Zen“, il brano sanremese “Così Sbagliato” e il loro grande successo “Vieni da me“. Tanti applausi anche per loro, con il frontman Francesco Sarcina che una volta sceso dal palco si è fiondato in area stampa per concedersi una sigaretta. Finale con botto, grazie al DJ set di Gabry Ponte (che si era esibito anche al termine del primo blocco pubblicitario). L’ex membro degli Eiffel 65 ha fatto ballare tutto il pubblico (e buona parte delle persone nel backstage) con i suoi più grandi successi tra cui “Blue (Da Ba Dee)“, “Geordie“, “Tu Sei” e “Che ne sanno i 2000“.

Cala dunque il sipario sul Battiti Live 2018, che presto sarà trasmesso su Italia 1 in prima serata. L’evento, che ha già raggiunto numeri paurosi nelle ultime edizioni, è in costante crescita. Avremmo potuto scrivere un semplice reportage, ma abbiamo preferito farvi assaggiare l’aria che si respira nel backstage raccontandovi anche quei momenti ironici che rimangono nascosti alle telecamere, ma ben visibili agli occhi di chi ha un pass al collo.

Beppe Dammacco

Facebook Comments